la voce del mare: UN PICCOLO AIUTO PER LUCIA

Vi lascio il link di un post che, se volete/potete, sarebbe importante diffondere il più possibile... Grazie


la voce del mare: UN PICCOLO AIUTO PER LUCIA: "Ho bisogno del VOSTRO AIUTO! Ecco la mia montagna da scalare. Dopo l' approvazione da parte di Gianni vi chiedo il vostro aiuto. Vi ..."

3 commenti:

Lufantasygioie ha detto...

grazie per il tuo aiuto.
a presto lu

Lufantasygioie ha detto...

ciao ripasso da te,dopo aver letto il commento che hai lasciato da Luisa.
Non so cosa ti abbia spinto a licenziarti...sono sicura che i tuoi problemi dipendevano dal lavoro.
Non avevi interpellato il medico competente .,i sindacalisti oppure scritto una lettera all'ufficio infermieristico?
Scusa se non mi faccio i cavoli miei....
a presto

Gocce D'Aurora ha detto...

eheheheheheh, guarda... ti racconto la storia brevemente. Io ho subito un'osteosintesi all'omero dopo frattura scomposta pluriframmentata fuori servizio... sono stata obbligata a rientrare in servizio allo scadere dei sei mesi (nonostante avessi portato un fissatore esterno fino al mese prima) con la minaccia di visita collegiale... quando sono rientrata non riuscivo nemmeno ad infilarmi la divisa da sola, visto che non avevo ancora riacquistato la mobilità al braccio. Mi hanno spostato nell'ambulatorio di diabetologia (considerato più leggero rispetto all'UTIC) da dove ho dovuto chiedere il trasferimento ad altro reparto visto i continui litigi con i colleghi dell'ambulatorio... sai perchè? Perchè io in tre gg avevo rimesso in ordine l'archivio delle cartelle cliniche (l'abitudine era lasciare tutte le cartelle sopra una scrivania e risitemarle nel limite di tre al gg contro la media di 25 che se ne tiravano fuori quotidianamente)quindi mettevo in cattiva luce tutto l'ambulatorio. Sono stata trasferita quindi (grazie al mio Primario) in sala impianti PMK ma senza diritto al dosimetro... altra cagnara... quindi dopo ulteriore periodo di malattia (nel frattempo avevo ben pensato di andare anche a sbattere con la macchina) rientro nel mio reparto rendomi ben conto che non potevo lavorare con i nuovi piani di lavoro che avevano portato ad uno l'infermiere nel turno notturno... con un solo braccio utile non potevo farcela... esce una mobilità interna per il reparto di nefrodialisi e riesco a vincerla... però chiedo un periodo di prova in quanto non avevo mai toccato un rene artificiale. Durante tale periodo mi rendo conto che durante lo "stacco" avrei dovuto clampare il tubo di rientro con la mano sin (braccio offeso)e che la cosa era ad alto rischio per il paziente in quanto se l'operazione non mi fosse riuscita gli avrei praticamente mandato in circolo molto più di 20cc d'aria... faccio presente la cosa alla direzione (all'epoca non c'erano gli uffici infermieristici) chidendo, come convenuto, di rientrare nel mio reparto, magari come fuori turno... risposta? Richiesta di visita collegiale, che mi avrebbe trovato non idonea al tipo di servizio e quindi licenziamento...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...